Gran Teatro di Oklahoma

GRAN TEATRO DI OKLAHOMA
tutti sono i benvenuti

un progetto di fotografia estrattiva di Simone Molinaroli

http://granteatrodioklahoma.tumblr.com/
______

Non sono un fotografo. Per quest’idea ho usato quasi esclusivamente fotocamere integrate su dispositivi di telefonia mobile (Samsung Galaxy Mini, Samsung SIII, Nokia XpressMusic) e solo in rarissimi casi una fotocamera digitale Panasonic (Lumix DMC-FZ38). Per tutte le foto sono stati usati filtri. Quelli delle App comunemente usate sui telefoni (FxCamera, Instagram) oppure quelli dei programmi di fotoritocco. Lo si potrebbe definire un progetto di fotografia dilettantistica, ma non certo nel senso in cui il dilettante si esercita per diventare professionista. Dilettante nel senso del diletto. Il fotografo (in questo caso il sottoscritto) principalmente si diverte a estrarre immagini da altre immagini. Lo scopo non è di tipo estetico/formale. Non è esercitazione, askesis, non c’è finalità tecnica. Non gnoseologica. C’è una finalità cognitiva. Questo sì. C’è una finalità cognitiva. Asportare porzioni della Realtà che viene prodotta a ciclo continuo dall’informazione e dall’infotainment per restituirle al Reale finito. Sottrarre all’oblio brandelli di comunicazione che l’attenzione vigile ha trascurato per farne strumenti di conoscenza. Ritessere la trama ormai incomprensibile del mondo ricostruito. Sottrarre alla ricostruzione. Restituire al Reale.
Consegno al giudizio pubblico questo progetto così radicalmente personale, improbabile e naif perché credo che possa avere una funzione adiutoria. Lo credo perché non ho ancora avuto riscontro. Quando, e se, lo avrò comincerò a pensarlo seriamente.

Simone Molinaroli
_________

Gran Teatro di Oklahoma è un progetto aperto all’azione, alle modalità, altrui. Chi, condividendone i presupposti e le finalità, intendesse collaborare si senta libero di contattarmi alla casella oklahoma[at]simonemolinaroli.org
__________
contatti:
Simone Molinaroli
www.simonemolinaroli.org
oklahoma[at]simonemolinaroli.org


 

e adesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *