Il sindacalista è “troppa trama”

La sagra del Tortello

Il sindacalista, come la scena del corteggiamento nel film porno, è troppa trama. Ieratico come un pretonzolo e con i tempi di Celentano arringa l’uditorio provato dalla levata antelucana. Il rinnovo del contratto, dice lui, sarà complicato. Insiste sulla complicazione, 45 minuti di introduzione sulle nuove forme contrattuali immagino servano a inoculare l’ansia che fa votare senza immaginazione. Insiste. Difficoltà insormontabili ci aspettano. Ci vuole unità, il rinnovo è complicato, difficoltà, complicato, e proprio al climax della difficoltà insormontabile gli squilla il telefono. E risponde.

Mi rimetto le cuffie e ascolto Van Morrison.

Cose da insegnare ai figliuoli (almeno 3)

IMG_20141129_172639

Insegnate tre cose ai vostri figliuoli. Il senso dell’orientamento, la geografia e il rispetto dei divieti quando sensati. Altrimenti, come quelli che ho visto stamani alla stazione, attraverseranno il binario su cui sta arrivando il treno da Viareggio guardando solo verso Firenze. Quando il treno ve li schiaccerà non troverete nessun ufficio apposito per presentare reclamo.

Il pensiero umano

Il pensiero umano si manifesta ormai soltanto attraverso l’adesione a campagne d’odio, a campagne di controinformazione, a campagne di diffusione del pensiero dominante, a campagne di ridicolizzazione dell’altro (non del diverso) che implicitamente esprimono la speranza, vana, d’esser parte dell’esigua minoranza pensante.